Storia del Lazio

Il Lazio cominciò ad essere popolato almeno 60mila anni fa. Nel VII secolo a.C. le aree più settentrionali erano abitate da Etruschi e Sabini, mentre le zone meridionali erano colonizzate da Latini, Volsci ed Ernici.

Ma la storia della regione che si affaccia sul Tirreno è legata a quella di Roma e a quella della Chiesa, e troppo spesso la fama del capoluogo ha oscurato le bellezze naturali e storiche che la regione è in grado di offrire.

Con l'ascesa di Roma le popolazioni latine e gli Etruschi vennero assoggettati, e la città divenne il centro della regione. Grandi strade e acquedotti si diramavano a raggera dalla capitale, mentre splendide ville costruite da ricchi patrizi punteggiavano la campagna circostante.

L'età imperiale è quella che maggiormente ha lasciato vestigia: a Ostia, le ville sulle vie Flaminia e Predestina, sul litorale di Anzio e sulla Appia.

Nell'alto medioevo queste terre divennero la culla del monachesimo occidentale: le ricche famiglie papali entrarono in competizione per la costruzione di lussuosi palazzi e giardini, commissionandoli ai maggiori architetti dell'epoca.

In questo periodo fiorirono dei centri minori sedi monastiche come Subiaco e Farfa, Casamari e Fossanova. Ma oltre a tutte le testimonianze del ricco passato il Lazio offre splendidi scenari naturali, il Terminillo, i laghi vulcanici di Bolsena e Bracciano, i colli Albani e la costa frastagliata e rocciosa tra il Circeo e Gaeta. Insomma il Lazio è Roma, ma non solo.


I Laghi da Visitare

Meteo Lazio

Meteo Lazio