Basilica di San Pietro

La basilica di San Pietro, la chiesa più grande del mondo, è il simbolo della cristianità e di Roma e della sua continuità artistica e culturale è nello stato del Vaticano, stato indipendente, e dal 1377 è la residenza dei pontefici.
L'edifico colossale dell'attuale basilica poggia sulle fondamenta della basilica fondata da Costantino nel 349 sul luogo dove si trovava un santuario sorto sul terreno della sepoltura di San Pietro, martirizzato sotto Nerone nel circo Vaticano nel 64 d.C.
La basilica costantiniana, grande come quella attuale, era divisa in cinque navate,divise da colonne e coperte da capriate lignee, preceduta da un atrio quadriportico; la basilica durò oltre mille anni, durante i quali fu arricchita continuamente da mosaici, affreschi, tombe di pontefici: tra i vari tesori d'arte che conteneva si ricorda la famosa navicella di Giotto, opera che andò distrutta, insieme a molte altre durante i lavori di rifacimento che Nicolò V decise nel 1452: solo nel 1506 Giulio II pose la prima pietra della nuova costruzione che si protrasse per più di un secolo e alla quale parteciparono i maggiori artisti dell'epoca da Raffaello a Bramante, da Antonio da Sangallo il Giovane a Michelangelo che proposero diversi progetti: alla fine fu realizzato quello di Michelangelo, che ideò un edificio a croce greca, con i quattro bracci uguali, sormontato da un a cupola posto al centro di una piazza. Sotto il pontificato di Carlo V l'architetto Maderno prolungò il braccio anteriore della chiesa aggiungendo all'interno tre cappelle per lato e realizzò la facciata.

La basilica venne consacrata nel 1628 da papa Urbano VIII.
A metà del XVII secolo Bernini si occupò della sistemazione della piazza antistante la basilica ideando un colonnato, formato da due grandi emicicli colonnati, sormontati da una folla di 140 statua marmoree di santi che stringono lo spazio in un abbraccio; al centro svetta l'obelisco Vaticano, alto 25 metri.

L'interno della basilica, lunga 186 metri, divisa in tre navate,presenta 11 cappelle, tra cui la prima a destra che contiene la Pietà di Michelangelo; conta 45 altari, e conserva un vero e proprio tesoro d'arte tra le opere della basilica originale e quelle del periodo barocco. Sotto la cupola michelangiolesca si trova il fulcro dell'edificio con l'altare papale sormontato dal baldacchino di Berrnini, una delle "macchine" architettoniche più originali e imponenti,per la cui realizzazione venne utilizzato il bronzo del Pantheon.

Dalla navata sinistra si accede al Tesoro e alle Sacre Grotte che ospitano le tombe di papi.


I Laghi da Visitare

Meteo Lazio

Meteo Lazio

Privacy & Cookie