Colonna Traiana

Eretta nel 113 d.C. per celebrare le imprese dell'imperatore Traiano, vincitore contro i Daci. L'artefice, Apollodoro da dAmasco era il migliore artista architetto del tempo.

Alta 42 metri, è formata da diciotto rocchi sovrapposti sui quali sono montate lastre di marmo che compongono un fregio istoriato spiraliforme continuo, avvolto in 23 giri intorno al fusto, da "leggere" dal basso verso l'alto, e comprende 2500 figure.
La colonne termina con un capitello con garitta di colmo che sorreggeva la statua di bronzo dell'imperatore alta 6 metri, sostituita nel XVI secolo con quella di san Pietro.

All'interno del fusto della colonna è una scala a chiocciola che conta 185 gradini, ancora praticabili; all'interno del basamento della colonna è ricavata la camera funeraria che conteneva le ceneri dell'imperatore raccolte in un'urna d'oro.

I bassorilievi del fregio narrano le vicende dell'attraversamento del Danubio fino al suicidio di Decebalo, re dei Daci, con uno stile scultoreo realista in cui le descrizioni delle scene di guerra e d'azione, rivelano un'invenzione artistica magistrale.


I Laghi da Visitare

Meteo Lazio

Meteo Lazio

Privacy & Cookie